Una tentazione

Correndo a sbrigare delle faccende, sono in ritardo, come sempre del resto, mi imbatto lungo la strada in una bancarella che vende libri usati do un occhiata veloce continuando a passo svelto a camminare ma non riesco a resistere torno indietro consapevole delle conseguenze. Ma come posso lasciare dei libri, un tesoro simile senza acquistarne almeno uno? Poi usati, capite? Lì in mezzo troverò sicuramente quello che mai avrei comprato in libreria perché lasciato in ombra da quelli appena usciti. Succede irreparabile perdo 20 minuti a spulciare a chiedere: questo lo avete e quello? La conclusione è inverosimile vado via con una busta di libri: due Camilleri, un Pirandello, una Littizzetto (mi piaceva la copertina) e un Fabio Volo. Torno da dove sono venuta e scappo a lavoro.

Una mia cara amica citando Oscar Wilde dice: “l’unico modo per liberarsi di una tentazione è cedervi” e io ascolto sempre i consigli!

Annunci

7 pensieri su “Una tentazione”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...